Close
Book Your Reservation

Corsi di Pilates e Yoga a Catania

Contattaci al: 095 37.10.63
Fusion

Tre ragioni per non saltare la lezione di Yoga e Pilates

By in Blog with 0 Comments

Tre ragioni per non saltare la lezione di Yoga e PilatesTroppo impegnati, troppo stanchi, troppo pigri, troppo caldo oppure troppo freddo. L’elenco delle scuse che si riescono ad accampare pur di non iniziare un percorso di attività fisica potrebbe essere infinito. E, spesso, anche quando si inizia con le migliori delle intenzioni, strada facendo ci si lascia sorprendere da improvvise defaillance.

Anche se esistono indubbiamente delle situazioni in cui è meglio concedersi del riposo per poi riprendere la routine con costanza, spesso e volentieri la pratica di attività come Yoga e Pilates risulta rigenerante e una volta cominciato ci si rende conto che sarebbe stato un peccato saltarla.

Le scuse più frequenti per saltare la lezione di Yoga e Pilates

“Non ho tempo.” Vi confidiamo un segreto: non ci sarà mai tempo sufficiente per fare tutto ciò che volete. Se volete sperimentare i benefici della pratica dovete considerarla una priorità: dovete dedicare una parte della vostra routine giornaliera o settimanale, anche solo per dieci minuti per allungarvi o meditare.

“Sono troppo stanco”. La prossima volta che ve lo direte, provate a concedervi 5 minuti per allungarvi, muovervi e respirare finché quella sensazione di stanchezza sarà andata via e sarete pronti per la vostra lezione.

“C’è troppo freddo” oppure “C’è troppo caldo” o ancora “Piove”. Il nostro corpo ha bisogno di movimento. E’ scritto nel nostro Dna a prescindere dalle condizioni del meteo. Sentite freddo? Iniziate a praticare e la vostra temperatura corporea si alzerà donandovi una sensazione di calore anche dopo il termine della lezione. Sentite troppo caldo? Cercate di praticare in ambienti adeguatamente climatizzati e beneficiate dell’allungamento dei muscoli determinato dal calore.

Ecco tre ragioni per non saltare la lezione di Yoga e Pilates.

Pensate al vostro umore dopo la lezione. Proprio non avete voglia di mettervi sul tappetino? Pensate a come vi sentirete al termine della sessione di yoga o pilates: rigenerati, rilassati e anche con una maggiore senso di leggerezza. Se per un attimo visualizzate questo stato d’animo non potrete rinunciare alla vostra lezione.

Vi sentirete sciolti e allungati. Quel muscoletto accavallato lì vicino al collo, la schiena che sembra essere un unico rigido pezzo d legno, i pensieri che si rincorrono. Basta un’ora o poco più di lezione per sciogliere i muscoli e le tensioni. E starete subito meglio.

La costanza è indispensabile. Pensateci bene prima di interrompere la vostra routine di allenamento. Non potete pensare di alleviare il mal di schiena col Pilates o riuscire a praticare Shirshasana con una seduta ogni tanto. Per raggiungere i vostri obiettivi e stare meglio occorre dedicare tempo al vostro corpo e alla vostra mente. Non basta fare Pilates o yoga una volta ogni 15 giorni. Non solo serve a poco o a nulla, ma all’appuntamento successivo potreste aver disperso il patrimonio accumulato col la pratica precedente.

 

Share This
About The Author
Fusion

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>