Close
Book Your Reservation

Corsi di Pilates e Yoga a Catania

Contattaci al: 095 37.10.63
Fusion

Spalle forti e stabili, tutto quello che dovete sapere

By in Blog with 0 Comments

Cosa fare per avere spalle forti e stabili

Povere le nostre spalle. La Natura le ha concepite per consentirci di muoverle in ogni direzione e svolgere tutte quelle attività richieste ai nostri antenati, invece oggi si ritrovano relegate a un ben più ristretto range di movimento, quasi esclusivamente sul piano frontale. Sottoutilizzate e penalizzate nelle loro potenzialità, è normale che di questi tempi gli infortuni alle spalle siano all’ordine del giorno come conseguenza dell’eccessivo rafforzamento di alcuni muscoli a discapito di altri. Tale scompenso rende più vulnerabile un’articolazione che, essendo di per sé la più mobile di tutto il nostro corpo, è anche la meno stabile.

La spalla, brevi cenni di anatomia

Nella nostra spalla troviamo più di dodici muscoli, tre articolazioni propriamente dette (l’articolazione scapolo-omerale, l’acromioclavicolare, la sternoclavicolare) più la scapolotoracica e diversi tendini, sottili ma forti. Diversamente da quanto accede nelle anche, dove l’articolazione è molto stabile, nella spalla non c’è una cavità vera e propria che accoglie la testa dell’omero: quest’ultimo infatti si aggancia a una sorta di “mensola” formata dalla clavicola e della scapola  (il processo dell’acromion) ed è evidente che la connessione non può essere così forte come quella dell’anca tanto più che si affida soltanto a una delicata rete di tessuti molli.  Questa sua struttura, mobile e complessa, di cui per brevità non tratteremo in questo post, la rende soggetta a  infortuni causati spesso da un sovraccarico del tessuto connettivo. Tra le cause più comuni del dolore alla spalla, oltre all’instabilità nell’articolazione, troviamo l’impingment (vale a dire una situazione di attrito che si innesca tra la testa dell’omero, l’acromion e i tendini della cuffia dei rotatori  dovuta a gesti ripetitivi o a squilibri muscolari), infiammazioni alla cuffia dei rotatori e artrite.

Spalle forti e stabili con questi accorgimenti

Qualsiasi movimento si compia – a casa, al lavoro, durante l’esercizio fisico, – bisogna puntare soprattutto su un corretto allineamento dell’articolazione e sulla sua stabilizzazione. Per mantenere un corretto allineamento ricordate di applicare sempre questi 3 principi.

1. Cercate di mantenere la parte frontale della spalla sullo stesso piano dello sterno con la sensazione di far scivolare le scapole verso i lati del torace

2. Osservate sempre la posizione del capo:  fate in modo di mantenerlo sempre ben allineato alla colonna vertebrale e grosso modo sopra la gabbia toracica e non spostato in avanti

 3. Quando vi sentite contratti nelle spalle pensate di far scivolare le scapole verso il basso spingendo la pena un po’ contro la gabbia toracica

Le migliori posizioni yoga per avere spalle forti e stabili

Includete nella vostra pratica quotidiana alcune asana che aiutano a rendere le vostre spalle forti, ricordandovi di mantenere sempre un corretto allineamento: la posizione della panca e chaturanga dandasana (i piegamenti), purvottanasana (la panca all’indietro), la posizione del delfino, gomukhasana e dhanurasana sono delle ottime basi di partenza per migliorare la flessibilità e la stabilità di un’articolazione tanto importante quanto delicata.

Su Mat You Can trovi tutte le lezioni per aprire e rinforzare le spalle: Spalle flessibili e cuore apertoOdaka Yoga Shoulder Bliss – Aprire il cuore con DhanurasanaPilates per la mobilità toracica

Share This
About The Author
Fusion

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>