Close
Book Your Reservation

Corsi di Pilates e Yoga a Catania

Contattaci al: 095 37.10.63
Fusion

Tutti i segreti di una postura corretta

By in Blog with 0 Comments

Consigli per una postura correttaMantenere una postura corretta è il segreto di una colonna vertebrale sana, per un migliore aspetto fisico e una maggiore fiducia in se stessi: dell’importanza di una postura corretta abbiamo già parlato, ma qual è la giusta postura e come possiamo correggerci quando assumiamo atteggiamenti sbagliati di cui spesso neppure ci accorgiamo?

Prima di tutto, ecco un test per valutare la postura.

Poggiate la parte posteriore della testa a una parete e i talloni a circa 15 centimetri di distanza, con le scapole e i glutei che toccano la superficie del muro. Fate scivolare la mano dietro al collo e alla zona lombare della schiena: la vostra è una postura corretta se la distanza tra il collo e il muro non è superiore a 5 centimetri mentre a livello lombare dovrebbe esserci un piccolo spazio, non tanto grande però da far passare la mano.

Qual è la postura corretta in piedi?

Espandete le spalle all’esterno e in basso: la tradizionale esortazione “petto in fuori” con le spalle rivolte all’indietro in realtà non va bene. Attivate i muscoli addominali per dare supporto alla colonna vertebrale e cercate di tenere il torace in posizione perpendicolare rispetto al pavimento:  Piegate un po’ le ginocchia per attenuare il carico sulle anche, scegliete scarpe comode e, soprattutto, non indossate tacchi alti se dovete stare in piedi a lungo.

La postura corretta da seduti

Alla scrivania o davanti al computer cercate di mantenere la testa dritta senza rivolgerla in alto o in basso. Spingete le spalle all’esterno e fate in modo che le ginocchia siano in una posizione più bassa rispetto alle anche. Cercate un supporto per gli avambracci e prestate attenzione alla posizione delle vostre gambe: mai e poi mai gambe accavallate o piedi puntati sotto la sedia. Cercate invece di poggiare tutta la pianta del piede.

La postura corretta per camminare e correre

Fate in modo che il mento sia parallelo al pavimento. Non guardate verso il basso e non inarcate la schiena: gli addominali e i glutei devono essere allineati al resto del corpo. Prestate attenzione al modo con sui muovete il piede: poggiate prima il tallone e poi la punta del piede. Quando correte tenete alta la testa, le braccia morbide e i gomiti piegati a 90 gradi. Non sollevate e curvate le spalle e come quando camminate poggiate dapprima il tallone per poi ruotare verso la punta dei piedi.

La postura corretta per dormire

Quante volte vi siete svegliati stanchi e doloranti! La qualità del sonno e delle vostre giornate dipende incredibilmente dalla posizione che assumiamo quando dormiamo. Per prima cosa utilizzate un materasso rigido per ottenere un adeguato supporto e ricorrete a cuscini per attenuare le curve della colonna vertebrale. La posizione migliore per dormire è di fianco perché aiuta a mantenere la colonna vertebrale allineata in modo corretto: posizionate un cuscino tra le gambe  per un sostegno migliore. Evitate di dormire a pancia in giù che può causare una pressione eccessiva sul tratto cervicale della colonna vertebrale e non utilizzate cuscini troppo spessi o troppi cuscini che costringerebbero il collo a piegarsi in maniera innaturale.

Prendete coscienza della vostra postura.

Discipline come il Pilates che riservano una grande attenzione al controllo della postura aiutano a rendersi conto del modo in cui “occupiamo” lo spazio intorno a noi. Intraprendere un percorso di Pilates quindi aiuta a prendere consapevolezza degli errori che commettiamo e ci dà gli strumenti per correggerci. Nel corso della giornata concedetevi pochi secondi per fare un check della vostra postura. Probabilmente le vostre spalle sono sollevate ma non ci avete fatto caso: cercate di allontanarle dal collo e rilassarle, portandole indietro e verso il basso. Dov’è la vostra testa? Se l’avete spostata in avanti riposizionatela sul collo e allineatela al resto del corpo. E gli addominali? Attivateli cercando di creare non tanto una contrazione che genererebbe tensione ma una leggera ritrazione. Attivare gli addominali per una postura migliore non richiede sforzo ma attenzione.

Share This
About The Author
Fusion

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>