Close
Book Your Reservation

Corsi Pilates, Reformer e Yoga a Catania

Contattaci al: 095 37.10.63
Clelia Coppone

Che aspettarsi dalla prima lezione di Pilates?

By in Blog with 0 Comments

Che aspettrsi dalla prima lezione di Pilates?

Non c’è nessuno davvero preparato ad affrontare la prima lezione di Pilates.
Ci sono quelli che…che sarà mai, è una ginnastica soft
Quelli che..che vuol dire srotola la colonna vertebrale? Quelli che…ho scoperto muscoli che non pensavo di avere! E quelli che…ho fatto per anni danza/calcio/corsa etc
In sintesi, la prima lezione di Pilates può davvero sorprendervi positivamente, soprattutto se si è seguito un corso con insegnanti appassionati e certificati con una scuola riconosciuta a livello internazionale. Capita che ci si avvicini perché raccomandati dall’ortopedico o dal fisiatra, oppure si resta affascinati dal tam tam mediatico che promette muscoli tonici e allungati. Quando si arriva alla prima lezione di Pilates si sperimenta tutto un mondo complesso fatto di attivazioni, respirazione e controllo del corpo.

Che cosa dovreste fare per arrivare preparati alla vostra prima lezione di Pilates?

Innanzitutto è opportuno comprendere bene che cos’è il Pilates, una disciplina adatta a tutti, giovani e meno giovani, e che riserva a chi lo pratica con regolarità molteplici benefici. Uno studio condotto nel 2016 ha evidenziato che praticare Pilates per 8 settimane migliora la forza addomainale, la flessibilità e l’equilibrio. Il Pilates è considerato da molti una ginnastica soft, ma lo è nel senso che l’esecuzione degli esercizi rischiede controllo di ogni movimento, il che, il più delle volte, li rende ancora più impegnativi degli esercizi fatti  velocemente. Quindi per la vostra prima lezione di Pilates preparatevi ad esercitare i vostri muscoli anche in maniera intensa. Non importa se avete un background atletico più o meno d’eccellenza: i movimenti richiesti dal Pilates, a parte ricoprire un ruolo fondamentale nella preparazione degli sportivi, sono così innovativi e sinergici da spiazzare anche i più allenati. Per di più non servono serie massacranti di ripetizioni per sentire i vostro muscoli pulsare. Il principio è che bastano poche ripetizioni eseguito con controllo e consapevolezza privilegiando la qualità a discapito della quantità. Potreste anche dare uno sguardo ad alcuni esercizi di Pilates per iniziare a prendere confidenza anche con la terminologia utilizzata.

Pronti per la vostra prima lezione di Pilates?

Fatevi consigliare quale specialità è più indicato per voi tra il Pilates Matwork (a corpo libero) o con le speciali macchine inventate da mister Joe, la lezione di gruppo o individuale, e cercate di essere puntuali in modo da introdurvi all’insegnante e segnalare eventuali patologie alla colonna vertebrale o alle articolazioni e qualsiasi altro disturbo che pensate possa influire sull’attività fisica.

Come vestirsi per la prima lezione di Pilates?

Altra domanda frequente per chi si avvicina al mondo del Pilates: che cosa portare? Cominciamo dall’abbigliamento: scegliete indumenti comodi ma non eccessivamente larghi in modo che l’insegnante riesca a valutare meglio i vostri movimenti e l’allineamento e che non restino impigliati nelle macchine. L’ideale sarebbe indossare leggings o capri  e una canotta o una tshirt non troppo abbondante. Potete lasciare a casa le scarpe da ginnastica: a voi la scelta se utilizzare delle calze antiscivolo o praticare a piedi scalzi. Informatevi comunque prima sulle regole adottate nello studio in cui farete la vostra prima lezione.

In genere gli studi forniscono tappetini e piccoli attrezzi, quindi per la prima leziome di Pilates dovrete portare giusto l’essenziale. Anche se non si tratta di un esercizio aerobico potrebbe essere una buona idea portare con voi una borraccia con acqua e un telo per asciugarvi tra un esercizio e l’altro. Mai posizionare l’asciugamano sul carrello o sul mat: è normale che al termine della lezione vi venga chiesto di dare una rinfrescata alle macchine.

Share This
About The Author
Clelia Coppone
Clelia Coppone

Giornalista professionista, dopo qualche decennio da cronista di nera e giudiziaria ha scelto di dare una svolta alla propria vita, dedicandosi a scrivere di yoga, Pilates, viaggi e tutto ciò che fa benessere

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.